Si può costruire una casa che duri mille anni? – Il rapporto Earthbound

Ci sono vari modi per rendere qualcosa di sostenibile. Come ha dimostrato questo post sui tostapane, potresti adottare uno di almeno tre approcci diversi. Puoi fare qualcosa di facile da riparare. Puoi renderlo riciclabile al 100%. Oppure puoi renderlo indistruttibile.

Questi approcci possono essere visti anche in architettura. I rifiuti sono un problema serio nelle costruzioni e in molti luoghi le case sono costruite come scatole economiche in cui vivere. Potrebbero durare una o due generazioni, e poi dovranno essere demolite e sostituite: uno spreco di energia e materiali che possiamo ‘non permettersi in un’epoca di crisi ambientale.

Quindi possiamo usare la stessa logica e progettare edifici da riparare, riciclare o durare per sempre?

Ecco un esempio iconico di quel primo approccio. C’è una moschea a Djenné, in Mali, da centinaia di anni. L’edificio è fatto di fango e, come descrive Barnabas Calder nella sua storia dell’architettura, è in continua erosione e viene ricostruito. La ristrutturazione regolare viene effettuata dalla comunità come parte della loro cultura di culto. Le travi in ​​legno che sporgono dalle pareti sono decorative, ma fungono anche da piattaforme per impalcature di facile utilizzo per il reinternamento. Una riparazione così facile, utilizzando materiali prontamente disponibili, può essere un approccio alla longevità.

Puoi anche riciclare un edificio. C’è un crescente interesse per gli edifici come “banche materiali” che possono essere riutilizzate dalle generazioni future. Di recente ho scritto della sede centrale della Triodos Bank, progettata per essere smantellata e riutilizzata. Questo è un modo più formalizzato e sistematico di fare qualcosa che le persone fanno da molto tempo. Visita la mia città natale di St Albans e vedrai che la pietra usata per costruire la cattedrale è la stessa delle rovine romane a pochi passi di distanza. I costruttori medievali trattarono la città romana in rovina di Verulamium come una gigantesca banca di materiali.

Infine, puoi costruire qualcosa che duri per sempre, o almeno per molto tempo. Questo non è teorico, dato che la Gran Bretagna ha dozzine di edifici veramente antichi che sono ancora in uso. La chiesa di San Martino, Canterbury, fu completata nell’anno 597 e ha ospitato una congregazione di adorazione per 1.425 anni e oltre. La più antica casa ininterrottamente occupata del paese è al confronto giovanile, ma un susseguirsi di persone ha chiamato la casa di Saltford Manor per quasi 900 anni.

Ecwid by Lightspeed

Incinerator for governmental organizations, non-profit organizations, international contractors, logistics organizations, military, pet cremation business owners, etc. including war zone like Iraq, Afghanistan, Somalia, South Sudan.

Questi sono esempi rari ovviamente, ma dimostrano che è possibile. Quindi, se dovessi progettare di proposito una casa che duri per mille anni, potresti farlo?

L’architetto Clay Chapman ha tentato esattamente questo nella nuova città di Carlton Landing, in Oklahoma. Si presenta così:

Chapman sta facendo rivivere le tecniche di costruzione in mattoni che erano comuni negli Stati Uniti prima della seconda guerra mondiale e che sono state quasi del tutto dimenticate nel dopoguerra. Si basano sulla massa termica per fornire isolamento e la struttura di base dell’edificio è molto solida. L’idea è che l’involucro in mattoni della casa durerà fino a trenta generazioni, con gli interni riadattati di tanto in tanto nel mezzo. Un tetto in metallo e condotti a vista per i servizi pubblici lo rendono facile da rimontare, quindi ci sono elementi di riparazione qui oltre alla durata complessiva.

Questo stile di costruzione sarà più familiare in Europa e vedo edifici in mattoni di massa riadattati qui a Luton. È normale utilizzare ove possibile le strutture esistenti, salvaguardando i materiali e preservando il patrimonio. È molto più insolito vedere case create appositamente per la longevità e progettate per una facile ristrutturazione in futuro.

È interessante notare che Chapman ha dovuto costruire la sua casa, e poi un ulteriore sviluppo di 16 case in mattoni, in una nuova città. I codici edilizi rendono difficile ottenere il permesso di costruire in mattoni altrove, quindi per impostazione predefinita vengono costruite scatole economiche. È qualcosa che deve cambiare e progetti come quello di Chapman possono aiutare a dimostrare l’alternativa.

Hope for Architecture è una campagna organizzata da Chapman per promuovere le sue idee, “nata dalla speranza di sovvertire il nostro edificio usa e getta”. Puoi saperne di più qui. E puoi leggere di più sul pluripremiato mini-villaggio di Carlton Landing qui.

Source link

Categories:

Recent Posts

Ecwid by Lightspeed