Che cos’è l’agricoltura agrivoltaica? – Il rapporto Earthbound

Agrivoltaico è una parola che potremmo sentire più spesso nei prossimi anni. Si riferisce all’utilizzo della terra per l’energia solare e l’agricoltura allo stesso tempo, cosa di cui ho scritto un paio di volte senza usare quel termine specifico.

Ad esempio, questa settimana è stato dato il via libera a un nuovo importante parco solare nel Leicestershire. (Si trova fuori dal villaggio di Quorn in una strada chiamata Flesh Hovel Way, e so che sembra che me lo stia inventando.) Ha ottenuto il permesso perché non è permanente: sarà lì per 40 anni e poi la terra sarà ripristinato. E in secondo luogo, il bestiame pascolerà tra i pannelli solari, quindi rimarrà produttivo agricolo.

Questa è la fascia bassa della combinazione di energia solare e agricoltura, e altre opzioni includono l’allevamento di polli o maiali sotto i pannelli o la semina di fiori di campo e l’accoglienza di alveari. Questo doppio uso della terra aumenta l’energia rinnovabile senza ridurre la sicurezza alimentare, e questo è importante. È anche un grande vantaggio per gli agricoltori e potrebbe rivoluzionare le sorti di alcune comunità rurali.

Il punto in cui diventa più interessante, e dove la parola agrivoltaico ha davvero il suo, è quando le tecniche agricole sfruttano specificamente i vantaggi dei pannelli solari. È solo con l’aumento del numero di parchi solari che queste opportunità sono state identificate, quindi studiate e ora vengono replicate. Sviluppato per la prima volta in Giappone e Cina, il termine agrivoltaico è stato coniato nel 2011 per evidenziare il modo in cui i parchi solari stavano scoprendo nuovi modi per coltivare, sfruttando il microclima ombreggiato che si crea sotto i pannelli.

I progetti in Algeria e Marocco hanno registrato rese di patate più elevate se coltivate sotto i pannelli. Mantiene il calore lontano dalle piante e impedisce che il terreno si secchi. Puoi anche eseguire l’irrigazione e persino la desalinizzazione dal solare, se necessario, con il fabbisogno energetico soddisfatto in loco. Gli agricoltori in Germania hanno scoperto che le piante che tradizionalmente crescono nei boschi, come lamponi o mirtilli, prosperano sotto i pannelli solari.

Poiché riduce l’evaporazione e protegge le piante dal sole cocente, l’agrovoltaico potrebbe svolgere un doppio ruolo importante in un mondo che cambia: generare energia pulita e aiutare gli agricoltori ad adattarsi a condizioni più difficili. Nella sua forma più ambiziosa, l’agricoltura sotto i pannelli solari sta invertendo la desertificazione e ripristinando i terreni agricoli impoveriti, come ho descritto prima in Cina.

Ecwid by Lightspeed

Incinerator for governmental organizations, non-profit organizations, international contractors, logistics organizations, military, pet cremation business owners, etc. including war zone like Iraq, Afghanistan, Somalia, South Sudan.

Poiché l’agrivoltaico è relativamente nuovo, sono ancora in fase di sviluppo applicazioni innovative. L’azienda tedesca Franuhofer ISE ha esempi di impianti solari su carriponte elevati abbastanza alti da poter guidare una mietitrebbia al di sotto. O utilizzato nei frutteti o nelle tettoie solari che coprono gli stagni di gamberetti in Thailandia. Un vigneto in Cina ha sperimentato il fotovoltaico in testa. C’è molto interesse in Giappone e Corea del Sud, dove la terra è limitata e le fattorie solari faticano a ottenere il permesso se riducono la produzione agricola.

Guardando al futuro, le idee emergenti includono pannelli traslucidi colorati in diversi colori in base alle preferenze delle piante sottostanti. Un altro team di ricercatori, questa volta in Arabia Saudita, sta sviluppando un sistema che crea acqua dall’aria per irrigare le piante. Un idrogel montato sotto il pannello solare assorbe l’umidità dall’aria ambiente durante la notte. Quando il pannello si riscalda durante il giorno, spinge l’umidità fuori dal gel e gocciola sulle piante. Tutto questo viene fatto con il calore di scarto dei pannelli, lasciando che sia il fotovoltaico stesso a generare elettricità.

Tieni a mente tutto questo la prossima volta che senti qualcuno brontolare che i pannelli solari stanno occupando terreno agricolo. Sì, succede, ma non è necessario. Non è un o/o, e gli agricoltori che scelgono di fare entrambe le cose ne raccoglieranno i frutti.

Source link

Categories:

Recent Posts

Ecwid by Lightspeed